Disturbi d'ansia e patologia cardiaca

Il legame tra mente e cuore

La tachicardia cardiologica si distingue da quella ansiosa per frequenza del battito cardiaco, ritmicità, modalità di insorgenza e remissione, sintomi di accompagnamento. Tutti parametri di competenza del cardiologo e da valutare tramite esami diagnostici.
Tuttavia la ricerca evidenzia come una tachicardia di tipo ansioso protratta nel tempo, di solito accompagnata anche da pressione alta e conseguente ispessimento delle pareti delle arterie nel lungo termine, possa sottoporre l'intero apparato cardiocircolatorio ad uno stress cronico con conseguenze anche gravi per la salute della persona.
𝑪𝒖𝒓𝒂𝒓𝒆 𝒍'𝒂𝒏𝒔𝒊𝒂 𝒅𝒖𝒏𝒒𝒖𝒆, 𝒓𝒂𝒑𝒑𝒓𝒆𝒔𝒆𝒏𝒕𝒂 𝒖𝒏'𝒆𝒇𝒇𝒊𝒄𝒂𝒄𝒆 𝒇𝒐𝒓𝒎𝒂 𝒅𝒊 𝒑𝒓𝒆𝒗𝒆𝒏𝒛𝒊𝒐𝒏𝒆, 𝒔𝒐𝒑𝒓𝒂𝒕𝒕𝒖𝒕𝒕𝒐 𝒊𝒏 𝒒𝒖𝒆𝒊 𝒔𝒐𝒈𝒈𝒆𝒕𝒕𝒊 𝒂 𝒓𝒊𝒔𝒄𝒉𝒊𝒐 𝒑𝒆𝒓 𝒇𝒂𝒎𝒊𝒍𝒊𝒂𝒓𝒊𝒕𝒂̀ 𝒐 𝒑𝒂𝒕𝒐𝒍𝒐𝒈𝒊𝒆 𝒄𝒂𝒓𝒅𝒊𝒂𝒄𝒉𝒆 𝒑𝒓𝒆𝒈𝒓𝒆𝒔𝒔𝒆.
Diviene necessaria una stretta collaborazione tra il medico e lo psicologo, al fine di trattare quei casi in cui le due sintomatologie si sovrappongano nel paziente, soddisfacendo i criteri diagnostici di entrambe le patologie. Si avrà così un miglioramento globale del benessere psico-fisico della persona sia nella prognosi che nella patogenesi della malattia cardiaca.

Psychology Session