pexels-mikotoraw-3367850.jpg

Come difendersi dal CYBERBULLISMO

"𝘐𝘭 𝘤𝘺𝘣𝘦𝘳 𝘣𝘶𝘭𝘭𝘪𝘴𝘮𝘰 𝘦̀ 𝘭𝘢 𝘮𝘢𝘯𝘪𝘧𝘦𝘴𝘵𝘢𝘻𝘪𝘰𝘯𝘦 𝘪𝘯 𝘙𝘦𝘵𝘦 𝘥𝘪 𝘶𝘯 𝘧𝘦𝘯𝘰𝘮𝘦𝘯𝘰 𝘱𝘪𝘶̀ 𝘢𝘮𝘱𝘪𝘰 𝘦 𝘮𝘦𝘨𝘭𝘪𝘰 𝘤𝘰𝘯𝘰𝘴𝘤𝘪𝘶𝘵𝘰 𝘤𝘰𝘮𝘦 𝘣𝘶𝘭𝘭𝘪𝘴𝘮𝘰. 𝘘𝘶𝘦𝘴𝘵'𝘶𝘭𝘵𝘪𝘮𝘰 𝘦̀ 𝘤𝘢𝘳𝘢𝘵𝘵𝘦𝘳𝘪𝘻𝘻𝘢𝘵𝘰 𝘥𝘢 𝘢𝘻𝘪𝘰𝘯𝘪 𝘷𝘪𝘰𝘭𝘦𝘯𝘵𝘦 𝘦 𝘪𝘯𝘵𝘪𝘮𝘪𝘥𝘢𝘵𝘰𝘳𝘪𝘦 𝘦𝘴𝘦𝘳𝘤𝘪𝘵𝘢𝘵𝘦 𝘥𝘢 𝘶𝘯 𝘣𝘶𝘭𝘭𝘰, 𝘰 𝘶𝘯 𝘨𝘳𝘶𝘱𝘱𝘰 𝘥𝘪 𝘣𝘶𝘭𝘭𝘪, 𝘴𝘶 𝘶𝘯𝘢 𝘷𝘪𝘵𝘵𝘪𝘮𝘢. 𝘓𝘦 𝘢𝘻𝘪𝘰𝘯𝘪 𝘱𝘰𝘴𝘴𝘰𝘯𝘰 𝘳𝘪𝘨𝘶𝘢𝘳𝘥𝘢𝘳𝘦 𝘮𝘰𝘭𝘦𝘴𝘵𝘪𝘦 𝘷𝘦𝘳𝘣𝘢𝘭𝘪, 𝘢𝘨𝘨𝘳𝘦𝘴𝘴𝘪𝘰𝘯𝘪 𝘧𝘪𝘴𝘪𝘤𝘩𝘦, 𝘱𝘦𝘳𝘴𝘦𝘤𝘶𝘻𝘪𝘰𝘯𝘪, 𝘨𝘦𝘯𝘦𝘳𝘢𝘭𝘮𝘦𝘯𝘵𝘦 𝘢𝘵𝘵𝘶𝘢𝘵𝘦 𝘪𝘯 𝘢𝘮𝘣𝘪𝘦𝘯𝘵𝘦 𝘴𝘤𝘰𝘭𝘢𝘴𝘵𝘪𝘤𝘰. 𝘖𝘨𝘨𝘪 𝘭𝘢 𝘵𝘦𝘤𝘯𝘰𝘭𝘰𝘨𝘪𝘢 𝘤𝘰𝘯𝘴𝘦𝘯𝘵𝘦 𝘢𝘪 𝘣𝘶𝘭𝘭𝘪 𝘥𝘪 𝘪𝘯𝘧𝘪𝘭𝘵𝘳𝘢𝘳𝘴𝘪 𝘯𝘦𝘭𝘭𝘦 𝘤𝘢𝘴𝘦 𝘥𝘦𝘭𝘭𝘦 𝘷𝘪𝘵𝘵𝘪𝘮𝘦, 𝘥𝘪 𝘮𝘢𝘵𝘦𝘳𝘪𝘢𝘭𝘪𝘻𝘻𝘢𝘳𝘴𝘪 𝘪𝘯 𝘰𝘨𝘯𝘪 𝘮𝘰𝘮𝘦𝘯𝘵𝘰 𝘥𝘦𝘭𝘭𝘢 𝘭𝘰𝘳𝘰 𝘷𝘪𝘵𝘢, 𝘱𝘦𝘳𝘴𝘦𝘨𝘶𝘪𝘵𝘢𝘯𝘥𝘰𝘭𝘦 𝘤𝘰𝘯 𝘮𝘦𝘴𝘴𝘢𝘨𝘨𝘪, 𝘪𝘮𝘮𝘢𝘨𝘪𝘯𝘪, 𝘷𝘪𝘥𝘦𝘰 𝘰𝘧𝘧𝘦𝘯𝘴𝘪𝘷𝘪 𝘪𝘯𝘷𝘪𝘢𝘵𝘪 𝘵𝘳𝘢𝘮𝘪𝘵𝘦 𝘴𝘮𝘢𝘳𝘵𝘱𝘩𝘰𝘯𝘦 𝘰 𝘱𝘶𝘣𝘣𝘭𝘪𝘤𝘢𝘵𝘪 𝘴𝘶𝘪 𝘴𝘪𝘵𝘪 𝘸𝘦𝘣 𝘵𝘳𝘢𝘮𝘪𝘵𝘦 𝘐𝘯𝘵𝘦𝘳𝘯𝘦𝘵. 𝘐𝘭 𝘣𝘶𝘭𝘭𝘪𝘴𝘮𝘰 𝘥𝘪𝘷𝘦𝘯𝘵𝘢 𝘲𝘶𝘪𝘯𝘥𝘪 𝘤𝘺𝘣𝘦𝘳𝘣𝘶𝘭𝘭𝘪𝘴𝘮𝘰. 𝘐𝘭 𝘤𝘺𝘣𝘦𝘳𝘣𝘶𝘭𝘭𝘪𝘴𝘮𝘰 𝘥𝘦𝘧𝘪𝘯𝘪𝘴𝘤𝘦 𝘶𝘯 𝘪𝘯𝘴𝘪𝘦𝘮𝘦 𝘥𝘪 𝘢𝘻𝘪𝘰𝘯𝘪 𝘢𝘨𝘨𝘳𝘦𝘴𝘴𝘪𝘷𝘦 𝘦 𝘪𝘯𝘵𝘦𝘯𝘻𝘪𝘰𝘯𝘢𝘭𝘪, 𝘥𝘪 𝘶𝘯𝘢 𝘴𝘪𝘯𝘨𝘰𝘭𝘢 𝘱𝘦𝘳𝘴𝘰𝘯𝘢 𝘰 𝘥𝘪 𝘶𝘯 𝘨𝘳𝘶𝘱𝘱𝘰, 𝘳𝘦𝘢𝘭𝘪𝘻𝘻𝘢𝘵𝘦 𝘮𝘦𝘥𝘪𝘢𝘯𝘵𝘦 𝘴𝘵𝘳𝘶𝘮𝘦𝘯𝘵𝘪 𝘦𝘭𝘦𝘵𝘵𝘳𝘰𝘯𝘪𝘤𝘪 (𝘴𝘮𝘴, 𝘮𝘮𝘴, 𝘧𝘰𝘵𝘰, 𝘷𝘪𝘥𝘦𝘰, 𝘦𝘮𝘢𝘪𝘭, 𝘤𝘩𝘢𝘵𝘵 𝘳𝘰𝘰𝘮𝘴, 𝘪𝘴𝘵𝘢𝘯𝘵 𝘮𝘦𝘴𝘴𝘢𝘨𝘪𝘯𝘨, 𝘴𝘪𝘵𝘪 𝘸𝘦𝘣, 𝘵𝘦𝘭𝘦𝘧𝘰𝘯𝘢𝘵𝘦), 𝘪𝘭 𝘤𝘶𝘪 𝘰𝘣𝘪𝘦𝘵𝘵𝘪𝘷𝘰 𝘦 𝘲𝘶𝘦𝘭𝘭𝘰 𝘥𝘪 𝘱𝘳𝘰𝘷𝘰𝘤𝘢𝘳𝘦 𝘥𝘢𝘯𝘯𝘪 𝘢𝘥 𝘶𝘯 𝘤𝘰𝘦𝘵𝘢𝘯𝘦𝘰 𝘪𝘯𝘤𝘢𝘱𝘢𝘤𝘦 𝘥𝘪 𝘥𝘪𝘧𝘦𝘯𝘥𝘦𝘳𝘴𝘪." (https://www.miur.gov.it/bullismo-e-cyberbullismo)

ℙ𝕖𝕣 𝕘𝕖𝕟𝕚𝕥𝕠𝕣𝕚 𝕖 𝕚𝕟𝕤𝕖𝕘𝕟𝕒𝕟𝕥𝕚:

EDUCARE al rispetto di sé e a valori come l'intimità , la consapevolezza e il senso critico

DARE IL BUON ESEMPIO evitando di ricercare noi stessi attenzioni e visibilità sui social

PARLARE e ASCOLTARE, facendo domande e interessandosi in maniera sincera di tutti gli aspetti della vita dei nostri figli

Costruire un rapporto basato sulla FIDUCIA ma in cui l'adulto sia sempre presente nel momento del bisogno

Fino al raggiungimento della consapevolezza di sé, MONITORARE le attività online e le frequentazioni dei propri figli oltre che le dinamiche in classe (assenze più frequenti, modifiche nel comportamento e nel rendimento, sintomi fisici)

ℙ𝕖𝕣 𝕚 𝕣𝕒𝕘𝕒𝕫𝕫𝕚:

CONFIDARSI con un adulto con cui si è instaurato un rapporto di fiducia, sia esso un genitore o un insegnante

NON RISPONDERE e NON INTERAGIRE con il cyberbullo, bloccandolo sui social se possibile

COMUNICARE la sofferenza, senza isolarsi e non vergognandosi nel chiedere aiuto