pexels-andrea-piacquadio-3760279.jpg

5 consigli per una genitorialità autorevole ma non autoritaria

La Psicologia dello Sviluppo afferma che una genitorialità autorevole, non autoritaria, esigente ma supportiva, nelle quale i genitori stabiliscono le regole ma sono molto responsivi verso le richieste dei figli, assumono toni calmi senza urlare e rispettano gli stati emotivi dei figli, si rivela efficace nel crescere bambini più abili sia a livello sociale che intellettuale.
Ecco 5 consigli:
1. 𝙀𝙫𝙞𝙩𝙖𝙧𝙚 𝙙𝙞 𝙪𝙨𝙖𝙧𝙚 𝙥𝙪𝙣𝙞𝙯𝙞𝙤𝙣𝙞 𝙘𝙤𝙧𝙥𝙤𝙧𝙖𝙡𝙞 𝙚 𝙡𝙖 𝙛𝙞𝙨𝙞𝙘𝙞𝙩𝙖̀ 𝙞𝙣 𝙜𝙚𝙣𝙚𝙧𝙖𝙡𝙚 𝙘𝙤𝙢𝙚 𝙢𝙚𝙩𝙤𝙙𝙤 𝙚𝙙𝙪𝙘𝙖𝙩𝙞𝙫𝙤, poiché si rivelano inefficaci provocando obbedienza nel bambino solo per la paura di ricevere delle sculacciate, creando lontananza e ostilità che porteranno col tempo a rancore, ribellione e aggressività. Inoltre i bambini potrebbero cominciare a mentire per evitare disperatamente questo tipo di punizione, provando vissuti di ansia e abuso.
2. 𝙎𝙞𝙖𝙩𝙚 𝙪𝙣 𝙚𝙨𝙚𝙢𝙥𝙞𝙤 𝙥𝙤𝙨𝙞𝙩𝙞𝙫𝙤 𝙥𝙚𝙧 𝙞 𝙫𝙤𝙨𝙩𝙧𝙞 𝙛𝙞𝙜𝙡𝙞, non comportatevi come non volete si comportino, ad esempio non urlate se desiderate che non urlino a loro volta e create un fronte compatto con le altre figure che li accudiscono rispetto ai metodi educativi da adottare.
3. 𝙉𝙤𝙣 𝙛𝙖𝙩𝙚 𝙪𝙣𝙖 𝙗𝙖𝙩𝙩𝙖𝙜𝙡𝙞𝙖 𝙥𝙚𝙧 𝙤𝙜𝙣𝙞 𝙘𝙤𝙨𝙖, 𝙣𝙤𝙣 𝙛𝙤𝙧𝙯𝙖𝙩𝙚𝙡𝙞: ogni bambino attraversa delle fasi in cui non desidera mangiare un determinato alimento o fare una determinata cosa, bisogna in questi casi restare calmi, avere pazienza e rimanere saldi sui valori di base che si vogliono trasmettere, restando concentrati su ciò che conta davvero.
4. 𝙉𝙤𝙣 𝙡𝙞𝙢𝙞𝙩𝙖𝙧𝙨𝙞 𝙖 𝙙𝙚𝙩𝙩𝙖𝙧𝙚 𝙙𝙚𝙡𝙡𝙚 𝙧𝙚𝙜𝙤𝙡𝙚 𝙢𝙖 𝙨𝙥𝙞𝙚𝙜𝙖𝙧𝙡𝙚, 𝙘𝙤𝙞𝙣𝙫𝙤𝙡𝙜𝙚𝙣𝙙𝙤 𝙞𝙡 𝙗𝙖𝙢𝙗𝙞𝙣𝙤 𝙣𝙚𝙡𝙡𝙖 𝙘𝙤𝙣𝙙𝙞𝙫𝙞𝙨𝙞𝙤𝙣𝙚 𝙙𝙞 𝙪𝙣 𝙤𝙗𝙞𝙚𝙩𝙩𝙞𝙫𝙤 𝙘𝙤𝙢𝙪𝙣𝙚, rispettando e stimolando il suo pensiero critico e dimostrando di prestare attenzione alle sue richieste, anche se non condivise.
5. Di fronte a comportamenti negativi usare l’umorismo, distrarre il bambino, rimanendo calmi ma risoluti, 𝙢𝙤𝙨𝙩𝙧𝙖𝙣𝙙𝙤 𝙡𝙚 𝙘𝙤𝙣𝙨𝙚𝙜𝙪𝙚𝙣𝙯𝙚 𝙙𝙚𝙡 𝙘𝙤𝙢𝙥𝙤𝙧𝙩𝙖𝙢𝙚𝙣𝙩𝙤 𝙚 𝙨𝙤𝙥𝙧𝙖𝙩𝙩𝙪𝙩𝙩𝙤 𝙖𝙛𝙛𝙧𝙤𝙣𝙩𝙖𝙣𝙙𝙤 𝙨𝙪𝙗𝙞𝙩𝙤 𝙡’𝙖𝙩𝙩𝙤 𝙣𝙚𝙜𝙖𝙩𝙞𝙫𝙤 poiché i bambini tendono a dimenticare in fretta ciò che hanno fatto.